Come godersi i carboidrati (senza ingrassare)

nessun commento

Sfido a dire chiunque a dire “non mangio i carboidrati e sto benone”. Nemmeno l’amica più fissata con le diete. Perché i carboidrati, maledetti loro, sono la cosa più buona che ti puoi trovare su un tavolo.

Infatti siamo onesti: all’ora dell’aperitivo ho sempre visto fare razzia di pizzette, più che di olive. E il pinzimonio vabè. Ci sono locali che ancora lo propongono, magari perché credono nella nostra forza di volontà.

Appurato questo, ci sono però degli accorgimenti per mangiare i carboidrati senza ingrassare, da tenere a mente sia durante una dieta che in generale come regola per tenersi sotto controllo.

Inoltre, ricordati sempre che escludere un gruppo alimentare è sbagliato, poiché, come dice Jillian Michaels, danneggia il metabolismo rallentandolo. E poi i carboidrati sono una fonte preziosissima di energia!

Visto che amo le liste e ormai lo sapete, ecco qui alcuni trucchi che io adotto quando devo chiudere i jeans ma non voglio campare di tacchino arrosto.

Spoiler: anche frutta, verdura, e legumi, per dirne alcuni, sono carboidrati. Ma in questa sede ci concentreremo solo su quelli più goduriosi, va. 

  • Mangia i carboidrati giusti. Un esempio su tutti, le patate. Sono piene di fibre e hanno un alto potere saziante, ma sono molto meno caloriche di pasta, pizza e compagnia. Quindi via libera alle patate al forno con un po’ d’olio e rosmarino. E non ditemi che non soddisfano il palato, su.
  • Mangiali prima di allenarti, ti danno energia: una fetta di pane integrale o una banana un’ora prima del workout sono perfetti. E li bruci subito.
  • Tra i carboidrati raffinati e l’integrale, scegli sempre l’integrale. Non solo il sapore è più “autentico”, ma non alza il livello di zuccheri nel sangue facendoti sentire fame poco dopo. Inoltre il contenuto di fibre è molto più alto, il che ti aiuta a ridurre l’assorbimento di grassi e colesterolo e a facilitare il transito intestinale. Ah, e ha anche meno calorie: se una tazza di spaghetti integrali ha circa 174 calorie, una tazza di spaghetti raffinati ne ha 221.
  • L’ideale sarebbe mangiarli nella prima parte della giornata, ma scegli quelli giusti: avena o fette biscottate integrali a colazione e cous cous, quinoa o riso integrale a pranzo. La mia regola: eliminarli del tutto dopo le 17.
  • Se proprio non puoi fare a meno della pasta sceglila integrale e limitala a un paio di volte alla settimana, ma con il tuo condimento preferito: così non ti senti privata di qualcosa che ti piace finendo poi per ingozzartene.
  • Quando ti fai una pasta, fatti una porzione più piccola da 50 grammi invece che 80, e mangia un’insalata con qualche pomodorino prima di gustartela: così avrai tagliato le calorie, introdotto fibre e ti sentirai comunque sazia!
  • Aggiungi il peperoncino agli spaghetti, che dà un bel boost al processo di termogenesi, cioè la capacità del nostro corpo di trasformare (e quindi bruciare) le calorie introdotte con il cibo in energia.
  • Quella volta ogni tanto che invece ti mangi una pizza, qui trovi tutta la lista di consigli per godersela senza mettere su un grammo.

 

E buttali du spaghi!

giphy (6)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...