L’unica regola che ti serve per perdere peso (o per non ingrassare mai più)

nessun commento

Si chiama 80/20 e ti aiuta a goderti pizza e vino senza sensi di colpa

La dieta della zuppa. La dieta del kiwi. La dieta dell’acqua. La dieta di Jennifer Lopez. La dieta proteica. Quante diete esistono al mondo? Decisamente troppe, ma tutte hanno un denominatore comune: sono restrittive nel periodo in cui le segui e quando smetti di seguirle… addio monti. Ritornano i chili persi. 

Io non sono mai stata una grande amante delle diete, e mi trovo d’accordo con la famosa regola 80/20 che vediamo ben spiegata nel post Instagram del trainer Ivica Fridrih

 In sostanza non si tratta di una dieta, ma di uno stile di vita da seguire sempre: se per l’80% curi la tua alimentazione facendo il pieno di verdure, proteine, cereali integrali e frutta, per il 20% puoi sgarrare con i tuoi cibi preferiti e un bicchiere di vino. 

Imparare a basare la propria nutrizione su questa regola significa abituarsi a seguirla per sempre e a non riprendere mai più i chili persi (o a evitare di metterne su di nuovi), godendosi il cibo a 360 gradi. Se ci pensi, non è che la versione “scientifica” del vecchio detto “tutto, ma con moderazione”. 

Questo non significa che nel 20% del tuo tempo puoi piazzare le tende davanti a Mc Donald’s o mangiare tre porzioni di tiramisù. Piuttosto, per farla funzionare, è bene seguire alcuni accorgimenti super easy:

  • Allenati almeno tre volte alla settimana. Se segui la regola 80/20 ma poi non ti alleni, non crei comunque un deficit calorico adeguato. L’esercizio è quello che ti fa bruciare quel famoso 20% di sgarro! 
  • Conta comunque le calorie giornaliere e cerca sempre di tenerti in linea con quelle che bruci (se non hai bisogno di perdere peso). Se invece il tuo obiettivo è il dimagrimento, cerca di introdurre 500 calorie in meno di quelle che bruci. Per cui, ti basta regolarti di conseguenza. 
  • Come regola, tieni conto che il 20% corrisponde circa a un giorno e mezzo di sgarro da spalmare su sette giorni, l’equivalente di circa 4 pasti alla settimana. Sconsiglio di concentrare tutto in un giorno solo: il giorno di sgarro è meraviglioso, ma il giorno dopo sei gonfissima. Inoltre, spezzando il 20% su 4 pasti a settimana, hai almeno 4 giorni in cui puoi goderti una bella pizza a cena con un bicchiere di vino, un dolce dopo cena o una fetta di torta a colazione. No, tutto insieme non vale: 20% significa che possiamo essere meno rigidi in fatto di alimentazione senza che linea e salute ne risentano, non significa che possiamo esagerare. 
  • Aggiusta il tiro se vedi che non riesci comunque a perdere o mantenere il peso: a quel punto puoi pensare di fare 90/10, cioè mangiare sano per il 90% del tempo e sgarrare con 2 pasti alla settimana al massimo. 

 È un ragionamento molto semplice che ti aiuta anche a cambiare definitivamente il rapporto con il cibo: in breve tempo ti abitui da sola a capire quando puoi concederti la tua leccornia preferita, ma soprattutto impari ad aver voglia di cose sane. La dipendenza da insalata di pollo con avocado e quinoa ti giuro che esiste e la svilupperai

[Img: PopSugar]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...